Benevento, una nave che affonda: a quando il primo punto?

Sono ormai andate in scena le prime dieci giornate del campionato di Serie A, che inevitabilmente ci hanno fornito diverse importanti statistiche circa l’inerzia dell’intero torneo. Sia per quanto concerne la lotta in vetta alla classifica, certo, con la supremazia di corazzate del calibro di Napoli, Inter, Juventus e Lazio, spalmate in soli 3 punti. Agli antipodi, invece, troviamo delle bagnarole che paiono sul punto di affondare, e il Benevento, senza dubbio, è la squadra messa peggio: i campani, infatti, dopo ben dieci turni, non sono riusciti a mettere insieme neppure un punto, realizzando il poco invidiabile record di dieci sconfitte consecutive.

BeneventoIl dato peggiore è che questa statistica potrebbe essere ulteriormente ritoccata al ribasso, qualora il Benevento non riuscisse a spezzare la maledizione nel corso dei prossimi match: e qui le cose per i giallorossi si mettono veramente malissimo, visto che dovranno vedersela dapprima contro la Lazio, e poi contro la Juventus. La creme de la creme della Serie A insomma, due fra le quattro compagini che, al momento, stanno lottando per la conquista del titolo.

Purtroppo la storia recente non sembra premiare il Benevento, che nell’ultimo turno ha visto sfumare il primo, possibile punto della Serie A, in maniera a dir poco clamorosa: dopo aver raggiunto il pari al 94°, grazie ad un calcio di rigore concesso un po’ troppo generosamente, il club campano è stato poi nuovamente superato pochi secondi dopo da una prodezza di Pavoletti, che di testa è riuscito a mettere a segno il 2 – 1 per la vittoria del Cagliari.

Altre due sconfitte porrebbero il Benevento in una condizione di ulteriore crisi, e considerando che a inizio novembre ci sarà la pausa delle nazionali, con l’ Italia costretta a giocarsi lo spareggio mondiale contro la Svezia, i discorsi potrebbero essere rimandati al 19 novembre: allorché i giallorossi se la giocheranno contro il Sassuolo, che in questo periodo non è che se la stia passando proprio benissimo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*