Belotti, Dzeko, Higuain: è un campionato per bomber

Benché, nella nostra natura e nei nostri dettami, talvolta proviamo a sperimentare, viaggiare, scoprire, generalmente come uomini siamo particolarmente legati al nostro universo e a quelle che sono le sue caratteristiche archetipiche. Il campionato italiano di calcio è un po’ così: un tempo noto per essere il migliore del mondo, negli ultimi anni ha perduto parte del proprio appeal, venendo spesso celebrato soprattutto per la sua particolare forza difensiva. La Juventus, in questo senso, negli ultimi anni ci ha abituati piuttosto bene, esprimendo alcuni dei migliori centrali dell’intero pianeta, come Barzagli, Bonucci e Chiellini. Eppure, guardando meglio alla stagione in corso, è difficile pensare che si fermi tutto a questo: l’attuale campionato, infatti, ha palesato una certa riscoperta del bomber di razza in Serie A, ruolo rispolverato già nella scorsa stagione dal pipita Gonzalo Higuain. E a lui, nel frattempo, si sono aggiunti altri attaccanti “pesanti”, come Belotti, Dzeko, Immobile e altri.

BelottiAndrea Belotti, in particolare, al Torino ha svestito i panni della giovane promessa, indossando invece quelli del grande campione: 22 gol per lui finora, messi a segno in tutti i modi, col destro, col sinistro e di testa. Il bomber granata è così diventato l’oggetto del desiderio di molti top club europei, tanto che Urbano Cairo, per premunirsi, ha posto una golosa clausola da 100 milioni di euro.

E se di Gonzalo Higuain non c’è molto da dire, poiché le sue prodezze sono una storia già nota, Edin Dzeko è invece una scoperta vera e propria per la Serie A: da clamorosa delusione nella stagione scorsa, l’attaccante della Roma si è riscoperto fondamentale, divenendo uno dei maggiori trascinatori del club giallorosso con i suoi 19 gol in campionato.

E se in tutto ciò il napoletano Mertens, trasformato per necessità in centravanti, rappresenta una felice eccezione, a confermare ulteriormente la regola è un altro giocatore rinato, Ciro Immobile: il bomber napoletano, alla Lazio, ha ritrovato se stesso, con ben 16 gol messi a segno, tutti in area.

Insomma: Belotti, Higuain, Dzeko, Immobile, e poi ancora Icardi, Mertens, Borriello, Bacca, Kalinic. La Serie A è davvero un campionato per bomber.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*