Ausilio in giro per l’Europa: vertice di mercato con Jorge Mendes, ecco i colpi possibili

Ecco di cosa hanno parlato Ausilio e Jorge Mendes nel vertice di mercato che si è svolto a margine della sfida di Montecarlo, tra Monaco e Dortmund.

Piero Ausilio era presente, martedi sera, sugli spalti dello stadio Bernabeu per il quarto di Champions League tra Real Madrid e Bayern Monaco. Poi ha fatto tappa a Montecarlo per seguire dal vivo anche la sfida tra Monaco e Borussia Dortmund. Non è un caso che il ds nerazzurro fosse presente in due dei match clou del massimo torneo continentale. Indiscrezioni di mercato riportate dal Corriere dello Sport Stadio, avrebbero rivelato i contenuti di un vertice di mercato tra il ds dell’Inter e Jorge Mendes, un plenipotenziario del mercato calcistico.

Il potente procuratore che cura anche gli interessi di Cristiano Ronaldo e Mourinho, ha parlato con Ausilio di Fabinho e James Rodriguez. Si sa che il talento colombiano farà le valigie già a giugno e dirà addio all’esperienza nelle file delle merengues mentre Fabinho vorrebbe lasciare Monaco per approdare verso un top club europeo. Due obiettivi molto costosi che Suning avrebbe messo nel mirino per rafforzare l’Inter già nella prossima estate. In totale, il costo dei due giovani talenti ammonterebbe a 90 milioni di euro (60 per Rodriguez e 30 per Fabinho).

Suning conta di monetizzare alcune cessioni eccellenti come quella di Perisic e di qualche altro talento, per poi tuffarsi sul mercato a piè sospinto a caccia di top player. Il vero grande ostacolo per portare in porto queste operazioni di mercato potrebbe essere lo scarso appeal che ha l’Inter in questo momento per il fatto di non disputare la Champions.

Nel mirino dei nerazzurri ci sarebbero anche Alderweireld e Walker del Tottenham mentre il sogno proibito rimane il bomber Mbappé, seguito da mezza Europa e il cui costo si aggira già attorno ai 60 milioni di euro. Tutte ipotesi di mercato davvero suggestive che potranno diventare concrete solo dopo aver fatto cassa con alcune cessioni illustri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*