Atletico Madrid e Plus500: partnership tra colossi

Negli ultimi anni sono diventate sempre di più le società calcistiche che hanno deciso di stringere partnership con i nuovi colossi della finanza e del trading online. È il caso dell’Atletico Madrid, dal 2015 legato a Plus500, broker online israeliano ormai tra i leader assoluti del settore e sponsor ideale per un team che nelle ultime stagioni si è sempre aggiudicato un posto tra le squadre che contano, nella Liga spagnola, così come in Champions League.

Atletico MadridLa sponsorizzazione è cominciata lo scorso anno, con il logo di Plus500 che compariva sotto i numeri dei giocatori, sul retro della maglia, ma è stata migliorata a partire da questa stagione. Adesso infatti il logo compare anche sul davanti delle maglie, a riprova del fatto che il legame tra le due società si sta facendo sempre più forte e sembra essere destinato a durare ben oltre i due anni che mancano alla scadenza del contratto.

Ma non si tratta ovviamente solo di magliette e semplice merchandising, i vantaggi per entrambe le società saranno anche a livello telematico e riguarderanno anche i diritti media digitali, esattamente come sta succedendo per tutte le altre squadre di calcio che recentemente hanno stretto simili collaborazioni con aziende attive nel trading online.

Plus500 ha sviluppato e gestisce una piattaforma per i trader privati che permette di operare con i CFD (Contract for Difference) a livello internazionale, utilizzando più di 2.100 diversi strumenti finanziari internazionali, tra cui: azioni, ETF, valute, indici e materie prime.

L’azienda, con sede a Londra, consente ai clienti di investire nei CFD da più di 50 paesi. Ma questa non è che la base. Il punto di forza, secondo la dirigenza di Plus500, è un altro. Si ritiene infatti che il successo della società sia dovuto principalmente alla tecnologia proprietaria che ha sviluppato e che continua a sviluppare per supportare la piattaforma di trading. Quest’ultima è stata progettata per essere la più intuitiva e facile da usare, tradotta in 31 lingue e alla portata anche dei trader alle prime armi.

Gal Haber e gli altri membri del consiglio di amministrazione della società ritengono che questa enfasi sulla tecnologia, con una particolare strategia di marketing online della società, ha contribuito a differenziare l’azienda dai suoi concorrenti, facendola risaltare agli occhi delle varie società che hanno puntato alla partnership. Ad accaparrarsi lo sponsor, come abbiamo visto, è stato infine l’Atletico, dando vita ad una alleanza destinata a grandi successi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*