Atalanta, è la stagione della consacrazione?

Nel mondo del calcio si dice spesso che il difficile non è tanto fare bene, quanto piuttosto riuscire a confermarsi. Un motto che vale per i big club, certo, specialmente quelli che vincono: in questo senso, il filotto di otto scudetti consecutivi inanellati dalla Juventus è qualcosa di assolutamente straordinario. Ma il compito diventa ancora più ostico per le squadre non abituate a stare a questi livelli. E così, ha fatto specie la stagione dell’ Atalanta, che è riuscita a spingersi oltre ogni più rosea previsione: alla storica finale di Coppa Italia, persa contro la Lazio, la formazione bergamasca è riuscita ad affiancare un incredibile terzo posto in campionato, piazzandosi dietro solamente alla Juventus e al Napoli. Trovando, così, anche un clamoroso accesso alla fase diretta della prossima edizione della Champions League.

Atalanta GomezMa come si suol dire, “il bello deve ancora venire”. E allora, ecco che le maggiori curiosità dei più, in effetti, sono catalizzate proprio dalla stagione che inizierà tra poche settimane. L’ Atalanta è chiamata ad una conferma, e non sarà semplice, visto che sarà impegnata su più fronti. Gasperini può comunque contare sul sostegno della società, che sta sforzandosi per regalargli dei rinforzi di livello: oltre all’estroso attaccante colombiano Luis Muriel, è arrivato anche Ruslan Malinovskyi, centrocampista ucraino fattosi le ossa al Genkl. Basterà per eguagliare o per fare meglio dello scorso anno?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*