Atalanta e Milan si danno il 5, sedicesimi raggiunti

Dopo il turno agrodolce di Champions League, con la vittoria del Napoli, il pari della Juventus, e il brutto KO della Roma, ci hanno pensato le nostre squadre in Europa League a farci esultare a squarciagola. Se, in qualche modo, il pareggio della Lazio per 1 – 1 con il Vitesse, nel pomeriggio poteva essere comunque ben accolto, considerando anche che i biancocelesti hanno già conquistato matematicamente l’accesso al turno successivo, ancora meglio è andata, poche ore più tardi, al Milan e all’ Atalanta, capaci di vincere per 5 – 1.

MilanUn risultato a dir poco incredibile, soprattutto per l’ Atalanta, capace di compiere una vera e propria impresa in un girone che, soltanto pochi mesi fa, veniva considerato praticamente insuperabile per i bergamaschi. Di certo, nessuno si sarebbe potuto attendere che, al Goodison Park, dinanzi agli attoniti tifosi dell’Everton, gli uomini di Gasperini avrebbero potuto infliggere a Rooney e compagni una lezione di calcio di una simile portata.

Un’umiliazione praticamente incancellabile per gli inglesi, trafitti dalle doppiette di Cristante e soprattutto di Cornelius: quest’ultimo, in particolare, autore di una prestazione incredibile, in quanto subentrato soltanto all’82° minuto, eppure autore di due reti strabilianti. Un risultato che peraltro va anche stretto all’ Atalanta che ha fallito un calcio di rigore con Gomez. I neroazzurri, adesso, già qualificati, nell’ultimo turno si giocheranno la testa del girone con l’Olympique Lione.

Risultato analogo per il Milan, che pure però aveva aperto nel peggiore dei modi il match contro il modesto Austria Vienna: gli austriaci passano infatti in vantaggio dopo appena 21 minuti con Monschein: nell’occasione, da segnalare l’ennesimo pasticcio difensivo dei rossoneri, con Donnarumma che sbaglia il tempo in uscita, e Bonucci che non riesce a bloccare un pallone apparentemente semplice sulla linea di porta, facendoselo goffamente passare tra le gambe.

Da lì in poi, tuttavia, è un continuo monologo degli uomini di Montella: dapprima il pareggio di Rodriguez, poi salgono in cattedra i giovani Silva e Cutrone, con una doppietta a testa. Il Milan raggiunge così i sedicesimi di Europa League da prima del girone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*