I 5 centrocampisti centrali più forti di sempre secondo noi

Carissimi, bentornati in questa quinta puntata della nostra rassegna calcistica, nata con l’ambizione di riunire, ruolo per ruolo, i cinque migliori interpreti di ogni epoca. Oggi, il compito, si fa decisamente più delicato. Se, infatti, è stato relativamente semplice trovare i più forti portieri, terzini e centrali difensivi (pur con le dolorose esclusioni del caso, è ovvio), decisamente più complesso è riuscire a riunire i più forti centrocampisti centrali.

Tra i centrocampisti centrali, difatti, esistono diverse classificazioni di ruoli: ci sono i registi, votati soprattutto alla costruzione del gioco, e i mediani, che invece distruggono il gioco avversario. Ci sono poi le mezzali, i metodisti, gli incontristi… una varietà estremamente ampia insomma. Proviamo dunque a individuare i migliori elementi, secondo tali caratteristiche.

Lothar Matthaus può forse essere considerato come uno dei migliori centrocampisti centrali di sempre. In realtà è un po’ difficile stabilirlo con esattezza, in quanto, nella sua lunghissima carriera, seppe ricoprire egregiamente più ruoli, incluso quello di libero difensivo. Prototipo del tuttocampista moderno, completo, sarebbe stato impossibile non inserirlo tra i migliori.

Centrocampisti centrali NeeskensAbbiamo poi il piacere di inserire anche Johan Neeskens, il “gemello” del compianto Cruijff, tanto da essere ribattezzato dai più come “Johan II”: tale fu la sua capacità di integrarsi perfettamente al genio soprannaturale del numero 14 olandese. Uomo chiave del “Calcio Totale”, ha saputo incarnare al meglio quella universalità predicata dall’allenatore Rinus Michels. Nessun mediano ha mai segnato tanti gol quanto lui.

Andiamo poi a pescare da lontano, con il nome di Juan Alberto Schiaffino. Regista di larghissime vedute, di lui si diceva che fosse capace di impostare il gioco come se vedesse il terreno di gioco dall’alto. Dotato di una precisione chirurgica, Campione del Mondo con l’Uruguay nel 1950 (fu miglior giocatore dell’edizione), a fine carriera si è reinventato egregiamente anche come libero, divenendo il precursore dell’odierna scivolata.

Buffo trovare, fin qui, così tanti rappresentanti di una nazionale come l’Olanda, che non è mai riuscita a ergersi sul tetto del mondo. Eppure Frank Rijkaard l’avrebbe meritato: vertice basso del trio delle meraviglie del Milan, ha saputo dominare le partite con un’incredibile potenza.

E infine premiamo un altro giocatore brasiliano, Paulo Falcao. Vero e proprio allenatore in campo, elegante, raffinato, tecnicamente dotato, è stato sicuramente fra i migliori centrocampisti centrali di sempre.

Non perdete la prossima puntata, dove vi sveleremo le migliori ali destre della storia del calcio!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*