2016, l’anno dei grandi ritiri: Di Natale, Klose, Milito, Gerrard e altri

Il 2016, calcisticamente parlando, passerà alla storia per diversi avvenimenti. Uno dei più importanti, sicuramente, è stato il Campionato Europeo conquistato, a gran sorpresa, dal Portogallo: la nazionale lusitana è stata guidata in campo da Cristiano Ronaldo, che poche settimane prima aveva già conquistato anche la Champions League con il Real Madrid. Ma quest’anno è tristemente noto anche per il ritiro dal calcio giocato di alcuni grandissimi campioni. Vere e proprie leggende che hanno deciso di appendere gli scarpini al chiodo, come Totò Di Natale, Miro Klose, Diego Milito e Steven Gerrard.

GerrardDi Natale ha lasciato già lo scorso maggio, allorché, con la sua Udinese, mise a segno l’ultimo gol su calcio di rigore contro il Carpi. L’attaccante italiano ha fatto praticamente da apripista ad altri più illustri colleghi. Il tedesco Klose, campione del mondo con la Germania, ha detto addio lasciando un gran vuoto nel cuore dei tifosi laziali. Lo stesso ha fatto Diego Milito, vera e propria leggenda dell’ Inter: il centroavanti argentino è stato uno dei grandi eroi del triplete. È stata poi la volta di Steven Gerrard: la bandiera inglese, una vita spesa al Liverpool, ha deciso, a 36 anni, che il meglio era ormai alle spalle.

Tutti giocatori che, a loro modo, hanno scritto alcune fra le più importanti e le più belle pagine della storia del calcio. Come dimenticare, ad esempio, i tanti gol messi a segno da Di Natale con la maglia dell’Udinese? E come scordare l’impresa del Liverpool di Gerrard, capace di vincere una incredibile Champions League in rimonta nella rocambolesca finale di Istanbul contro il Milan? Leggendarie, poi, le reti messe a segno da Klose nelle varie edizioni della Coppa del Mondo, del quale è il miglior marcatore di sempre, così come la doppietta realizzata da Milito nella finale di Champions League del 2010 contro il Bayern Monaco, che permise all’ Inter di conquistare la coppa dalle grandi orecchie.

Di Natale, Klose, Milito, Gerrard: grandi campioni che ci mancheranno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*